Agosto 10, 2021

Come comportarsi nell’ultimo periodo di vita di un cane

Come un cane ci cambia la vita

Un cane porta con sé una ventata di affetto, fedeltà ed amore incondizionato nei confronti del suo padrone. Solamente chi ha avuto un cane può comprendere quanto sia forte il legame che si viene a creare.

Quando si prende un cucciolo difficilmente andiamo a pensare al momento più difficile, e cioè a quello in cui starà per lasciarci. Anche quando invecchia, un cane continua a fare del suo meglio per accontentare il suo padrone. Noi, da parte nostra, vogliamo fare in modo che possa vivere serenamente la sua vecchiaia e soprattutto i suoi ultimi giorni di vita. Come possiamo affrontare queste fasi?

Riconoscere i segni che il nostro cane sta per lasciarci

Innanzitutto riconosciamo quali sono i segnali del fatto che il nostro amico a quattro zampe sta per morire.

Il segnale più evidente riguarda la sua respirazione, che diventa sempre più debole e con lunghi intervalli. Anche il suo battito cardiaco tenderà a rallentare notevolmente.

La perdita di appetito è un altro chiaro segnale. Un po’ come avviene per le persone, un animale perde qualsiasi interesse per il cibo o per l’acqua. Questi sono segnali inequivocabili che sta per giungere il momento fatale.

Cosa fare per farlo stare bene

In questi momenti più che mai dovremo essere vicini al nostro amico fedele. Prepariamogli un giaciglio in casa, in un luogo caldo ed asciutto, dove possiamo tenerlo sotto controllo. Accarezziamolo spesso sulla testa, assicurandolo del fatto che continua ad essere per noi importante, anche se non può muoversi come una volta.

Quasi sicuramente, anche quando sarà quasi immobilizzato, farà uno sforzo per scodinzolare o per ringraziarci con i suoi occhi, segno inequivocabile della proverbiale fedeltà del cane per il suo padrone, che deve essere accontentato fino all’ultimo momento.

Parliamo con il veterinario e valutiamo se non sia il caso di praticare un’iniezione per farlo morire in maniera indolore. Mettiamo da parte i nostri sentimenti per un attimo e pensiamo al suo bene, se valga davvero la pena prolungare le sue sofferenze. Se il veterinario ci dice che non ci sono più possibilità di cura, allora questa potrebbe essere la soluzione più amorevole nei suoi confronti.

Come superare il dolore per la sua perdita

Superare il dolore per la sua morte può essere piuttosto difficile. Per elaborare il dolore è utile non reprimere i propri sentimenti, pensando che siano eccessivi. Lasciamo scorrere il dolore, guardiamo i video e le fotografie che riprendono i momenti di felicità che il nostro amico ci ha saputo donare e serbiamo il suo ricordo nel nostro cuore come qualcosa di prezioso.

Ritualizzare la sua morte è un’altra tappa utile per aiutare la nostra mente ad accettare il fatto che il nostro amico a quattro zampe non ci sarà più. La cremazione animali Exequia Pet è un servizio molto apprezzato da tantissimi proprietari che hanno voluto tenere per sempre con sé il ricordo del loro cane.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *