Dicembre 28, 2017

Max Verstappen: tutto sul nuovo re della Formula 1

La parabola di un predestinato: dagli esordi alla prima vittoria del Mondiale

Max Verstappen si è aggiudicato il primo titolo mondiale di Formula 1. Ripercorriamo le maggiori tappe del figlio d’arte olandese, capace in appena un lustro di scalare l’Olimpo del più importante campionato di Motorsport.

La Formula 1 era già nel sangue

Max Verstappen è figlio di Jos, che in Formula 1 ha corso con diversi nomi come Benetton e Stewart, spesso brillando ma mai riuscendo a piazzare il colpo del campione. Max, di origini belga-olandesi, ha poi tanti altri parenti piloti da parte della madre, Sophie Kumpen, a sua volta ottima pilota di karting, cugina di Anthony Kumpen, uno dei piloti belgi di vetture Gran Turismo.

Dall’esordio ai primi traguardi

L’esordio con il kart risale al 2005, in gare corse tra Olanda e Belgio. I primi successi internazionali arrivano nel 2010 e negli anni a seguire Max collezionerà ancora diversi titoli che lo porteranno ad essere ingaggiato dalla Ferrari Driver Academy, per esordire nelle Florida Winter Series 2014. Il binomio con la Ferrari però, nonostante i buoni risultati, terminerà subito.

La grande stagione del 2014

Stagione esaltante quella del 2014, con il debutto nella F3 e dieci vittorie parziali ottenute, oltre il terzo posto in classifica. Verstappen vince il Masters di Formula 3 di Zandvoort. Il 3 ottobre 2014 prende parte con una Toro Rosso alle prove libere del GP Giappone. Nel 2015 debutta, ancora minorenne, come pilota titolare con la Toro Rosso assieme a Carlos Sainz. In Ungheria Max ottiene un grande quarto posto, seguito da una ottava piazza nel “casalingo” Belgio, replicata con una rimonta a Singapore. A fine campionato, Max termina dodicesimo e viene premiato come esordiente dell’anno.

Il cedimento della Red Bull a Verstappen

Nel 2016 comincia ancora con la Toro Rosso, conseguendo buoni piazzamenti in Bahrain e in Cina. A maggio, avviene uno scambio con Daniil Kvyat il quale cede la sua RedBull all’olandese per scarso rendimento. Colpo di scena per il debutto in Spagna: Max vince il GP dopo il doppio ritiro della Mercedes, guadagnandosi un nuovo primato, ovvero quello di più giovane vincitore di un GP di Formula 1. Inoltre, Max ottiene altri 7 podi in quella stagione, e chiude quinto nella classifica finale di campionato.

Se ti piacciono le scommesse online, vieni a scommettere sul portale scommettereonline.info

Le stagioni meno brillanti, ma con tanto di riscatto

Più difficile la stagione 2017. Dopo un podio in Cina, la Red Bull non si rileva molto affidabile, e nella prima parte di campionato, Verstappen è ben lontano dalla lotta per il podio, e iannella tre ritiri consecutivi tutti dovuti a guasto meccanico. Si riscatta poi vincendo due gare nella finale di stagione: prima a Sepang e poi a Città del Messico. Anche il 2018 non è stato un anno brillante, almeno all’inizio: due ritiri per incidente, sesto posto a Melbourne e quinti a Shanghai. Seguono poi però una serie di successi, tra cui quello a Messico City dove chiude l’anno con il terzo posto ad Abu Dhabi.

La riconferma del re di Formula 1

Nel 2019, Verstappen si conferma “re” a Zeltweg. Grande successo anche a Interlagos con il secondo posto di Yas Marina che gli consente di chiudere terzo al Mondiale con 278 punti. La stagione 2020 è dura per tutti causa lockdown. L’olandese si è però confermato terzo nella classifica finale di campionato. Arriviamo poi a questa stagione 2021 dove Verstappen, si aggiudica finalmente il titolo di re di Formula 1, dopo il duello con il rivale Hamilton.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *