Settembre 30, 2017

Cosa sono i Bitcoin, a cosa serve la blockchain

Il bitcoin viene definito criptovaluta, sistema di pagamento valutario internazionale, riserva di valore volatile, mai una moneta dagli esperti di finanza. Il Bitcoin non si basa su enti centrali, banche, sistemi politici ed economici, per essere generato si usando meccanismi finanziari complessi, software e analisi di database, rapporto tra domanda e offerta che crea il cosiddetto effetto leva sul suo valore che oggi ha raggiunto ben trentamila euro, qualche volta questo numero scende o sale.

La complessità dei bitcoin

I bitcoin nascono nel 2009, non sono un sistema di pagamento e riserva semplice per i risparmiatori non esperti di finanza e tecnologia. Il sito ufficiale cerca di spiegarlo con guide semplici, nascono agenzie anche territoriali specializzate su bitcoin e criptovalute per aiutare consumatori, risparmiatori e investitori a crescere anche con questa nuova economia. Un’economia anche sotto attacco di governi, politici, pensatosi critici, grandi società e ciò è dovuto alla cronaca nera quella che riporta notizie negative come l’utilizzo di criptovalute e bitcoin nel commercio illegale o truffaldino. La crittografia e la Blockchain che vedremo a breve a cosa serve non consentono di fermare persone in anonimato che riescono a costruire dei propri portafogli o, addirittura, delle criptovalute spendibili e riservate.

Tutto ciò non ferma chi nei bitcoin e nelle criptovalute ci crede, crede nel concetto di una economia finanziaria libera da banche e organismi statali, come se questi fossero o generassero un sovrapprezzo sulla moneta reale che pesa soprattutto in contesti di economia in crisi da sempre o in questi ultimi anni.

Ci sono paesi in via di sviluppo che provano a credere nel mondo bitcoin o criptovaluta, ci sono progetti interessanti ma anche dei fallimenti. Di fatto, realtà come Unione Europea, Stati Uniti, Cina e altri colossi tengono sotto d’occhio il mondo bitcoin e criptovalute per la volatilità del valore e per il fatto che se entra nel circolo dei capitali e della finanza tradizionale potrebbe creare degli squilibri . Non mancano però annunci di interesse, progetti istituzionali e legislativi, paesi come la Svezia che hanno in progetto di creare criptovalute o monete virtuali nazionali.

Siti di scommesse che spiegano come ottenere e scambiare bitcoin

Nel mondo del gioco d’azzardo online sono nate piattaforme che credono nei bitcoin o nelle criptovalute e si sono specializzate su questo sistema di pagamento. C’è questa recensione, https://www.bitstarzcasino.eu/, racconta un casinò online con licenza estera (Curacao) che offre al proprio cliente spiegazioni generali sui bitcoin. Un casinò online è una piattaforme web che offre solo giochi da casinò e non scommesse sportive, in tal caso parleremmo di bookmaker (allibratore).

Bit Starz, che è il casinò online descritto nella recensione e nelle guide del link indicato, troivamo un video all’interno della scheda “A proposito di Bitcoin”, due schede dedicate al cambio BTC in Euro e sull’acquisto delle criptovalute. Tutto ciò perché il sito prevede come pagamento delle scommesse e pagamento delle vincite (in caso di vincita nei giochi) solo i bitcoin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *