2-migliori-titoli-comprare-2019
Agosto 5, 2019

I 2 migliori titoli da comprare nel 2019

L’anno scorso è stato entusiasmante, se non un po’ agitato.

Un rally rumoroso del 25% per iniziare l’anno ha distrutto un mese miserabile degli ultimi mesi del 2018, ma questo grande progresso è stato tagliato di un terzo proprio dall’inizio di maggio.

Pertanto, quando scegli le migliori azioni da acquistare per il resto del 2019, devi affrontare le tue selezioni tenendo conto della volatilità, vale a dire evitarle.

Forse il secondo atto dell’anno sarà un po’ meno eccitante e un po’ più coerente per gli investitori rispetto al primo.

Ma con le relazioni commerciali cinesi nel limbo, la Brexit ancora nell’aria e l’incertezza sui futuri piani della Federal Reserve per i tassi d’interesse, la calma è ben lungi dall’essere una garanzia.

A tal fine, ecco i migliori titoli da acquistare per il resto del 2019. Non solo queste scelte azionarie sono un po’meno vulnerabili alla volatilità che abbiamo visto di recente, ma ognuna di esse ha solidi backstories e/o fondamentali che dovrebbero dimostrare attraente se rimane lo sfondo sfocato.

Su www.tradingcenter.it puoi saperne di più, grazie ad ottime analisi e notizie quotidiane del mondo della borsa.

Google Parent Alphabet (GOOGLE, $ 1,086.30) ha una tavola completa. Non solo il mercato della ricerca sta maturando e diventando saturo, ma Alphabet è ripetutamente presentato come esempio di ciò che accade quando le aziende tecnologiche sanno troppo dei consumatori.

Le azioni di Alphabet sono state capovolte all’inizio di giugno con semplici voci di un’indagine antitrust. Ciò si aggiunge a una perdita post-guadagno alimentata da ricavi che mancavano le stime degli analisti. Tutto sommato, GOOGL è in calo di oltre il 16% rispetto al picco di aprile.

Ma un dettaglio chiave è stato sorvolato dalla volatilità del titolo: solo una volta negli ultimi 10 anni Alphabet ha registrato un calo anno su anno delle entrate trimestrali.

Lo stesso non si può dire dei profitti, per essere giusti, soprattutto di recente. Il più ampio rallentamento delle vendite di smartphone (ora che la maggior parte di coloro che ne vogliono uno ne ha uno) ha ostacolato il suo sistema operativo Android come centro di profitto e la ricerca desktop / portatile ha visto scorrere i prezzi costo per clic per anni.

Era solo una questione di tempo prima che GOOGL si imbattesse in un ostacolo fiscale. Quest’anno è stata dura per i proprietari di biofarmaci nome Amgen (AMGN , $ 176,08) – in genere tra le azioni a basso rischio da acquistare nello spazio biotecnologico . Le azioni scendono approssimativamente del 10% da inizio anno, mentre l’indice azionario 500 di Standard & Poor’s sale di oltre il 15%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *