prezzo-oro-al-grammo
Dicembre 6, 2019

Come conoscere correttamente il prezzo dell’oro al grammo?

Se si è in possesso di una certa quantità di oro non sfruttata e che, quindi, si vuole vendere o se si vuole anche semplicemente provare a capire quanto valga la quantità del metallo prezioso che si possiede e se sia conveniente venderlo, questo è il posto giusto per farlo.

In questa guida, infatti, saranno offerte tutte le informazioni necessarie e utili sul corretto prezzo dell’oro al grammo, per non rischiare di essere impreparati e di subire truffe o inganni circa il valore della piccola o grande quantità di oro che si possiede.

Cos’è la quotazione dell’oro?

Prima di arrivare alla conoscenza del valore dell’oro all’atto della vendita, è opportuno, innanzitutto, conoscere il processo che porta quel numero ad essere affiancato a quella quantità in grammi di oro (come di qualsiasi altro metallo prezioso). Il percorso fatto a tappe, è detto quotazione e avviene grazie a numerosi istituti finanziari internazionali che si occupano di raccogliere i dati e inviarli (tramite l’OTC) alla Borsa di Londra che, due volte al giorno, pubblica la quotazione pervenuta in grammi dell’oro.

È grazie a questo procedimento che è possibile far avvenire tutte le transazioni commerciali relative all’oro senza che ci siano differenze a livelli internazionali.
Il processo di quotazione prevede due fasi distinte: la caratura e il cosiddetto fixing. La prima non è altro che un modo per stabilire quanto oro puro è presente in un oggetto di questo materiale prezioso; il fixing, invece, è il vero e proprio fissaggio ufficiale del prezzo dell’oro sui mercati, per poter procedere con gli acquisti e le vendite.

Da sottolineare è, però, la differenza fondamentale tra l’oro nuovo e l’oro usato: tutto ciò appena descritto serve a regolamentare il prezzo ufficiale dell’oro nuovo; da qui, poi, ogni singolo operatore di Compro Oro stabilisce il proprio prezzo per quello usato o lavorato.

Quali fattori influenzano il prezzo dell’oro?

Per analizzare come mai la quotazione dell’oro varia e varia anche molto in fretta, osservando i dati esposti dalla Borsa, occorre fare un passaggio attraverso i fattori che influenzano il valore di questo metallo prezioso e stabilire alcuni dettagli che, nel linguaggio comune, sono diffusi ma potrebbero sviare dalla realtà dei fatti.

Innanzitutto, infatti, è bene sottolineare che non esiste una differenza sostanziale tra oro giallo e oro bianco: il colore dell’oro varia in base a quanti altri metalli o materiali vengono aggiunti alla quantità di oro stesso presente nell’oggetto ma, se quest’ultima è la stessa, anche la quotazione sarà sempre quella stabilita per quel momento come valutazione dell’oro lavorato (o usato). Ebbene, si diffidi da operatori che partono col fare questa differenza.

Il resto dei fattori che, però, influenzano il prezzo dell’oro sono numerosissimi e, spesso, risulta difficile e quasi impossibile essere certi di essersi rivolti al più professionale dei Compro Oro in circolazione. La quotazione di questo materiale prezioso dipende, infatti, dalla crescita economica, dall’inflazione, dal potere delle banche centrali, dalle guerre in atto, dagli altri valori in crescita o ribasso della Borsa, dalla geopolitica e da tutti quei fattori che, purtroppo, variano di continuo nello scenario internazionale.

Insomma, è difficile essere certi di aver valutato al meglio il proprio oro, però è certamente possibile stare attenti alle truffe e agli inganni che alcuni operatori compiono se ci si informa almeno riguardo le falsità che circolano.

A chi rivolgersi per conoscere il valore del proprio oro?

Consigli utili per non sbagliare o avere il minimo della percentuale di errore, può essere quello di iniziare con un elenco di tutti i Compro Oro della zona di proprio interesse (o, se si è disposti a spostarsi per guadagnare di più, cercare anche su larga scala). Successivamente, è bene informarsi sulla quotazione dell’oro usato attuale e cominciare a diffidare di tutti coloro che non stimano un valore da subito o, addirittura, sembrano offrire un valore superiore (o anche uguale) a quello in Borsa, perché non è possibile che non ci siano trabocchetti.

A questo punto, si può scegliere tra le offerte migliori che ci si trovano davanti. Altra alternativa è quella di rivolgersi a servizi come quello di Orolive: valutazione dell’oro che si basa sulla quotazione dello stesso in tempo reale. All’interno del famoso negozio romano, infatti, è presente un monitor che mostra il valore (in tempo reale) dell’oro in Borsa: il collegamento è diretto con Londra e permette a qualunque cliente di essere informato. È nato da qui, infatti, il cosiddetto metodo Orolive per la valutazione oro usato, che mostra, step by step, tutte le fasi dell’acquisto a partire dalla quotazione di borsa, fino alla valutazione finale. Sul loro sito sarà possibile conoscere il metodo in modo approfondito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *